Magna Charta a Vercelli: pietra miliare della storia artistico culturale della città.

Per la prima volta in Italia viene esposta una delle copie esistenti della Magna Charta Libertatum, documento scritto in latino che il re d’Inghilterra Giovanni Senzaterra fu costretto a concedere ai baroni del Regno, suoi diretti feudatari, nel 1215, considerata uno dei primi documenti in cui si riconoscono i diritti umani.

La pergamena proviene dalla cattedrale di Hereford, Regno Unito ed è l’oggetto principale esposto alla mostra “La Magna Charta – Guala Bicchieri e il suo lascito“, allestita nell’Arca di San Marco a Vercelli dal 23 marzo al 09 giugno 2019.

Tale mostra è stata organizzata in occasione degli ottocento anni dell’Abbazia di Sant’Andrea di Vercelli. Vuole infatti essere un omaggio al cardinale Guala Bicchieri, che con la posa della prima pietra, nel 1219, diede avvio alla costruzione di uno dei primi esempi di edificio gotico in Italia. La sua figura è legata alla vicenda della Magna Charta, perché l’alto prelato vercellese, dotato di grandi doti diplomatiche, fu legato pontificio presso la corte inglese e tutore del giovane re Enrico III: in quella veste fu supervisore del documento, ponendo il proprio sigillo sia nella versione revisionata che in quella riconferma esposta a Vercelli. La mostra — in cui si vedranno anche il cofano appartenuto a Guala Bicchieri, il suo “baule da viaggio” arricchito dagli smalti di Limoges, in prestito dal Museo di Palazzo Madama, oggetti, ritratti, codici e documenti inediti — è realizzata in collaborazione con la Fondazione Torino Musei.

Alla splendida inaugurazione eravamo presenti anche noi, insieme al Country Manager dei Lloyd’s in Italia, Dott. Vittorio Scala. Durante la celebrazione, avvenuta proprio nella basilica di S. Andrea, sono stati proiettati diversi filmati di presentazione dell’evento, inframezzati dalle interviste a chi come noi a contribuito a rendere possibile tutto ciò.

Essendo prima di tutto cittadini vercellesi, siamo onorati di aver dato il nostro contributo alla storica mostra, provvedendo anche alle coperture assicurative per i valori inestimabili dei beni esposti.

Numerose le testate giornalistiche che hanno parlato della Magna Charta a Vercelli e persino il presidente della Repubblica Mattarella ha dato il suo alto patrocinio all’evento, segno tangibile che abbiamo preso parte ad una pietra miliare della storia artistico culturale della città in cui viviamo.

Wooooow 2018: il futuro è anche nelle Assicurazioni

Giunto alla sua quinta edizione a Vercelli, la manifestazione ha come sempre lo scopo di fare da ponte tra il mondo della Scuola e quello del Lavoro, spesso purtroppo ancora privi di punti di contatto costruttivi che permettano agli studenti di fare scelte consapevoli per il loro futuro lavorativo.

Il format si sta costantemente diffondendo sul territorio piemontese, per il tramite del coordinamento di Confindustria Giovani; nel 2018 infatti, a Novara, Vercelli ed Asti si sono aggiunte anche le province di Cuneo, Ivrea e Biella.

Il programma ormai è consolidato: mentre vengono organizzati laboratori su temi di particolare rilevanza ed attualità, come ad esempio affrontare correttamente un colloquio di lavoro, la redazione di un CV e la gestione della web reputation, le aziende, organizzate in stand, sono a disposizione dei ragazzi per presentare le loro attività produttive e di sevizi.

La manifestazione ha raggiunto un’affluenza sempre più imponente in tutte le province; a Vercelli il numero di ragazzi ormai ha superato il migliaio.

Soardo e Associati, insieme al Fondo In Più, ha sostenuto anche per l’edizione 2018 l’evento, cercando di trasmettere ai ragazzi interessati la passione per la professione del broker ed in generale per il mondo assicurativo, composto da molti player spesso poco conosciuti.

Cliccare sui link per visionare la locandina dell’evento.

Reale vince la “Pro-Am Soardo e Associati” a Le Betulle

Confermando l’ottimo momento di forma Michele Reale ha vinto la “Pro-Am Soardo e Associati” (montepremi totale di 10.000 euro), il secondo appuntamento stagionale delle competizioni riservate alle gare a squadre composte da un professionista e tre amateur disputata giovedì al Golf Club Biella con al via oltre 130 partecipanti.

Nella sempre splendida cornice del percorso de Le Betulle, che si è presentato in condizioni ottimali, il quarantasettenne biellese reduce dalla vittoria nel Campionato Maestri della Pgai, ha chiuso con una carta da 70 (-3 sul par del campo grazie a quattro birdie e un solo bogey).

Al 2° posto, a tre colpi dal vincitore, Giuseppe “Pippo” Calì ed Andrea Pesce con 73 (par), mentre al quarto posto con 74 (+1) si sono piazzati Leonardo Motta e Cristian Lanza. Nei top ten Marco Hofer (6° con 75, +2), Corrado De Stefani (8° con 76, +3) e l’altro favorito della vigilia Marco Crespi (10° con 77, +4). Tra i biellesi 11° Marco Guerisoli (79, +6), 20° Giorgio Del Boca (82, +9), 21° Giuseppe Monteleone (85, +12) e 23° Vincenzo Pelle (87, +14).

Nella classifica a squadre (validi i due migliori score su quattro) il miglior risultato lordo con 145 (-1) è stato realizzato dal team capitanato dal pro Corrado De Stefani composto da Vicenzo Sità, Rodolfo Botto e Luigi Vesco.

Nel netto al 1° posto il team del pro Andrea Pesce composto da Martina Cerra, Giorgio Bonello e Mattia Perosino con 129 (-17) , seguito al 2° posto dal team Roberto Bolognesi con Nicola Varacalli, Diego Rigolone e Gianpiero Coppo (133, -13), mentre il podio è stato completato dal team della proette Isabella Maconi con Silvio Botto, Alberto Borello e Matteo Chiorino (136, -10).

Ringraziamenti

Ringraziamo per l’accoglienza e l’amicizia dimostrata, in particolare il Segretario del Club Riccardo Valzorio. È sempre un piacere poter contribuire alla buona riuscita di un evento sportivo, ancor più in una cornice meravigliosa come quella del “Le Betulle”.

Rassegna stampa

Per maggiori informazioni si rimanda ai seguenti articoli:

Il MXGP 2018 sta per cominciare e noi siamo pronti sia come sponsor che come assicuratori. Lasciate spazio al divertimento, al rischio ci pensiamo noi.

Si è concluso il Fiat Professional MXGP della Lombardia, sabato 16 e domenica 17 giugno 2018.

L’11a tappa del mondiale motocross, promossa da Youthstream e dalla A Sport Group di Stefano Avandero, è nel segno di Tony Cairoli. A Ottobiano il nove volte campione del mondo è stato l’assoluto protagonista vincendo, come lo scorso anno, Gara 1 e Gara 2 davanti alle migliaia di tifosi in delirio per la grande prova del pilota italiano.

In classifica si riapre la lotta per il Mondiale, con Cairoli che, grazie ai 50 punti conquistati, si porta a 474 punti, a sole 12 lunghezze dal leader Jeffrey Herlings (486 p.), assente a causa dell’infortunio alla clavicola.

Per la tappa lombarda si tratta di un ritorno, dopo il successo organizzativo dello scorso anno che è valso al circuito pavese il Best Paddock Award, il premio come Miglior Paddock dell’anno assegnato dal promotore globale Youthstream.

Siamo onorati, per il quinto anno consecutivo, di essere sponsor della manifestazione, oltre che broker assicurativi dell’organizzazione dell’evento.